Cos’è il copywriting e i falsi miti, tutto in un unico articolo!

da | Apr 12, 2024 | Lavorare con la scrittura

Ehi, ciao ti stavo aspettando! Qui potrai scoprire cos’è il copywriting, immergendoti nel suo affascinante mondo, potrai imparare il ruolo fondamentale che ha nel panorama del marketing contemporaneo.

Ma non solo! Ti toglierò ogni dubbio in merito a questa meravigliosa professione, in tutte le sue sfaccettature, oltrepassando le barriere dei falsi miti.

ciurma della perla nera

Crea la tua ciurma, prendi la tua attrezzatura e dotati di una bussola e una mappa… è ora di salpare!

Da dove partire? Beh, semplice, dalla definizione!

Cos’è il copywriting?

Il copywriting è un’arte persuasiva che utilizza parole, verità e psicologia per creare testi coinvolgenti e persuasivi, capaci di vendere non solo prodotti o servizi, ma anche di affascinare il lettore. 

È molto più di una semplice sequenza di parole. 

È l’arte di comunicare in modo efficace, coinvolgente e persuasivo, spesso utilizzando lo storytelling per creare un legame emotivo con il pubblico e invogliarlo all’azione. 

Inoltre, il copywriting non si limita a trasmettere informazioni, ma invita il lettore a “imbarcarsi” in un viaggio affascinante e coinvolgente.

Sapere cos’è il copywriting e come utilizzarlo nel mondo del marketing e del digital marketing, per creare annunci, email di vendita, newsletter, landing page e altri tipi di contenuti promozionali, è di fondamentale importanza. 

Per creare messaggi efficaci e mirati a toccare i “tasti giusti” per indurre all’azione, richiede una comprensione profonda della psicologia del consumatore e del linguaggio persuasivo

Voglio dirti di più!

Per creare dei copy efficaci è necessario saper definire le buyer personas. Questo non solo porterà alla conoscenza del proprio target, ma anche all’utilizzo di un linguaggio adeguato per realizzare messaggi che risuonano con il pubblico di destinazione.

Il significato di copywriting è ben lontano dal giornalismo, dalla narrativa e dalla poesia.

Non è solamente definire nomi, payoff, slogan o servizi di scrittura creativa per brochure, depliant, cataloghi, opuscoli o locandine. 

Pensare che scrivere per un sito web sia come scrivere un pezzo di cronaca, un romanzo o un sonetto è un errore che può compromettere la buona riuscita del tuo progetto. 

Certo, il copywriting è anche storytelling, ma non bisogna perdere di vista l’obiettivo della scrittura finalizzata al marketing.

Il copywriting è ciò a cui ci affidiamo per catturare l’attenzione del pubblico. 

Gli utenti hanno poco tempo da spendere online; il rischio è che abbandonino frettolosamente il tuo testo se non trovano subito ciò che soddisfa le loro esigenze. 

Comprendere l’importanza delle parole è essenziale, poiché possono creare un legame significativo con il pubblico, oltre che promuovere un prodotto.

Un po’ di storia

Ora è arrivato il momento di studiare.

Non basta la definizione per capire tutto sul meraviglioso mondo del copy. È necessario andare più in profondità. 

Attenzione a non esagerare: non siamo mica l’Olandese Volante del capitano Davy Jones,  l’oscuro signore dell’abisso e dei sette mari!

davy jones pirati dei caraibi

Procedi per gradi, segui la tua mappa, orientati con la tua bussola e sarò certo arriverai a destinazione… dove troverai… mi spiace niente spoiler, una tappa alla volta.

Ora che ne dici di approfondire passando da qui?

Corpo di mille balene!

Non ti aspettavi così tante informazioni sul copywriting e sul professionista che si occupa di dare voce alle tue idee, il copywriter, vero?

Spero tu abbia apprezzato il contenuto e te lo sia goduto in tutta comodità, accompagnato da un ottimo Grog.

Ti starai chiedendo: “cosa sarà mai questo Grog?”

Piccolo disclaimer: un piccolo esercizio di storytelling per raccontarti cos’è il Grog 

Immagina di essere su una nave di pirati. È ora di mettersi a tavola per banchettare insieme al resto della ciurma. Tutti sono gioiosi, il viaggio sta andando alla grande ma, prima di iniziare, non è forse il caso di fare un bel brindisi?  

Immediatamente ti ritroverai in compagnia di una bevanda alcolica composta di acqua e rum che fu introdotta nella Royal Navy dal Vice Ammiraglio Edward Vernon il 21 Agosto 1740.

L’acqua dolce trasportata dalle navi sviluppava molte alghe diventando limacciosa. Veniva, così, addolcita con birra o vino per renderla gradevole al palato.

Man mano che i viaggi diventarono sempre più lunghi, per un miglior immagazzinamento, iniziò a avere senso la razione giornaliera di un gallone di birra per marinaio.

Attenzione alla razione pura marinaio! Il tuo copy potrebbe avere problemi se…

Alcuni marinai conservavano le razioni di rum per alcuni giorni e poi le bevevano tutte in un colpo. 

A causa delle conseguenti indisposizioni e dei problemi disciplinari, il rum fu miscelato all’acqua. In questo modo se ne diluiva l’effetto inebriante e l’acqua si guastava più lentamente. 

Una mezza pinta di rum mischiata con un quarto di gallone d’acqua e servita in due parti, prima di mezzogiorno e dopo la fine della giornata lavorativa. Questo divenne parte del regolamento ufficiale della Royal Navy nel 1756 e restò in vigore per più di due secoli. 

I marinai chiamarono la bevanda annacquata, Grog, dal suo inventore, l’ammiraglio Edward “Old Grog” Vernon, chiamato così per il cappotto di Gros Grain (in inglese grogram) che indossava. 

Sostenevano che la nuova bevanda fosse sgradevole e diversa dal buon vecchio rum, «sottile come il cappotto del vecchio Grog!».

Sfatare i falsi miti sul copywriting

jack sparrow rum finito

Spero di non averti inebriato eccessivamente con la storiella di prima, ma mi era utile per darti un esempio di ciò che significa fare storytelling.

È giunto il momento di sciogliere ogni dubbio sull’importanza di questo lavoro e dire basta ai falsi miti.

Il copywriting è solo per esperti di scrittura 

Le competenze di scrittura sono di certo importanti, ma il copywriting coinvolge anche la comprensione del pubblico target, la psicologia del consumatore e le strategie di marketing. Quindi non basta essere esperti di scrittura!

Basta essere creativi per essere un buon copywriter 

La creatività è sicuramente importante, ma il copywriting richiede anche abilità analitiche per comprendere le metriche di conversione e ottimizzare i contenuti di conseguenza.

Il copywriting è solo per testi pubblicitari 

Il copywriting è spesso associato alla pubblicità, ma viene utilizzato in molti altri contesti, inclusi articoli di blog, contenuti web, email marketing e social media.

I copywriter devono seguire sempre le stesse formule 

Sebbene ci siano linee guida e strategie comprovate, il copywriting efficace spesso richiede creatività e innovazione per distinguersi dalla concorrenza e catturare l’attenzione del pubblico.

Il copywriting è inutile senza un design accattivante 

Anche se un buon design può migliorare l’impatto visivo, è il contenuto persuasivo e convincente che spinge le azioni degli utenti.

Scrivere testi lunghi è sempre meglio 

La lunghezza del testo dipende dall’obiettivo e dal pubblico target. Talvolta, messaggi brevi e incisivi possono essere più efficaci nel catturare l’attenzione e generare azioni.

Il copywriting è solo per vendere prodotti o servizi

Anche se il copywriting è spesso associato alla vendita, può essere utilizzato per scopi diversi, come l’educazione del pubblico, la costruzione del brand e l’invio di messaggi istituzionali.

Il copywriting è una forma di manipolazione 

Il copywriting è etico solo quando fornisce informazioni accurate e utili e rispetta il pubblico a cui si rivolge. Purtroppo è vero: tanti usano le strategie di marketing in generale per manipolare, ma qui la differenza la fa sempre e solo il singolo professionista.

Il copywriting è solo per grandi aziende 

Anche le piccole imprese e gli imprenditori possono beneficiare delle strategie di copywriting per comunicare efficacemente con il loro pubblico target e competere sul mercato.

Il copywriting è una professione in declino

In realtà, con la crescente importanza del marketing digitale, la richiesta di copywriters competenti è in aumento, poiché le aziende cercano di distinguersi attraverso contenuti di alta qualità e persuasivi.

Prima di salutarci vorrei lasciarti un piccolo bonus.

Un ultimo falso mito 

Quello sull’intelligenza artificiale. Ci ruberà il lavoro?

Yo oh beviamoci su!

Samuele Mora

Ciao, sono Samuele e come Copywriter unisco le mie abilità SEO e Direct-response per creare contenuti coinvolgenti che si connettono emotivamente con il tuo pubblico, generando l'aumento di visibilità e di vendite. La mia passione verso la scrittura e la mia empatia si riflettono nel trasformare ogni parola in un'esperienza memorabile, divertente e coinvolgente. Il mio motto? "Impossible is nothing". Parti con me in questo viaggio nel Copy! Conosciamoci!

Post correlati