Perché aprire un blog? 11 buoni motivi per iniziare subito

da | Apr 3, 2024 | Blog SEO

“Il blog è morto!” 

Spoiler: non è morto. Il blog è vivo e vegeto se sai come utilizzarlo e hai una strategia alle spalle. 

Avere un blog e pubblicare in modo casuale senza creare un piano editoriale non ha senso. Il rischio è quello di salpare sulla nave e abbandonare la traversata una volta in corsa.

Un blog funziona se ti è chiaro a chi scrivi e perché.

Adesso però non andare su Google a cercare come aprire un blog e guadagnare in un mese” perché è un’utopia. 

Ma quindi perché aprire un blog se richiede sacrificio, costanza, determinazione e un’abile gestione del tempo? Perché, se te ne prenderai cura in modo corretto, si trasformerà in un’arma a tuo vantaggio. 

In questo articolo, quindi, ti spiegherò perché creare un blog, elencandoti ben 11 aspetti positivi.

Il blog: la tua casa virtuale

Il blog non è solo un sito web dove pubblicare contenuti, è molto di più! 

È una “casa virtuale” che rispecchia la tua personalità, il tuo stile e i tuoi interessi. 

Mi piace molto fare il parallelismo tra il blog e la casa. 

Se ci pensi, puoi progettarli entrambi secondo i tuoi gusti e le tue esigenze. La scelta dei colori, degli oggetti, l’organizzazione delle stanze da una parte, così come la personalizzazione del layout, del font, degli argomenti di cui parlare dall’altra. 

In qualsiasi progetto, che sia reale o virtuale, bisogna partire dalle fondamenta, dallo scheletro. Se ti stai chiedendo come aprire un blog, ti dico subito che devi cominciare dalla struttura e pensare a come vuoi organizzare i contenuti.  

Ordine, prima di tutto

disordine visivo, fogli colorati in disordine

Come trovi ciò di cui hai bisogno se la tua casa è piena di oggetti superflui? Lo stesso vale per un progetto online, se la navigazione non è intuitiva e i contenuti sono mal organizzati i lettori/lettrici abbandoneranno la tua pagina. Per questo prima ancora di iniziare a scrivere nel tuo blog devi pensare all’alberatura del sito.

Adesso sei pronto ad arredare la tua “casa”, arricchendola di contenuti funzionali e di qualità, e lasciare la porta aperta ai visitatori. 

Grazie a ciò che condividi, chiunque decida di entrare nel tuo spazio potrà trascorrere del tempo in compagnia della tua scrittura. Il blog si trasforma, quindi, in un ambiente ospitale e piacevole che permette alle persone di esplorare, informarsi e di interagire.

Ricorda però, che per mantenere la tua casa bella, pulita e funzionale c’è bisogno di cura e manutenzione. Anche uno spazio virtuale richiede regolari aggiornamenti, interventi per la risoluzione dei problemi che insorgono e una strategia per gestire i contenuti.

Come è cambiato il blog nel tempo: da strumento unidirezionale a esperienza dinamica e coinvolgente

Per risalire alle origini del blog bisogna tornare indietro di circa 30 anni. Si hanno notizie dei primi diari online già nel 1993 anche se l’anno ufficiale che proclama l’avvento del blog risale al 1997. 

Ora, in questo articolo non mi soffermerò a parlare di tutta la storia, ma vorrei fare una breve riflessione su come il blog si è evoluto e cosa vuol dire averne uno oggi.

I primi blogger pubblicavano online elenchi infiniti di informazioni e di link. Oggi Google, che ha subito una trasformazione epocale, rabbrividirebbe al solo pensiero.

Il blog era, quindi, uno strumento per condividere informazioni in modo unidirezionale, senza la possibilità di avere un riscontro da parte del pubblico. Adesso tutto è cambiato, partendo dalle piattaforme utilizzate alla comunicazione. 

Aprire un blog oggi significa dare vita a un’esperienza bidirezionale, dove le parole creano relazioni profonde e solide tra il blogger e i suoi lettori e le sue lettrici. 

Perché aprire un blog? 11 motivi per farlo oggi

blog seo

Si sente spesso dire “ il blog è morto”. 

Come detto in precedenza, il blog funziona e, se ottimizzato, performa molto bene.

Pensa che ogni mese vengono prodotti circa 70 milioni di nuovi articoli e pubblicati circa 77 milioni di commenti. Pensa che questi dati derivano solo da WordPress, ma le piattaforme utilizzabili sono molte altre.

Molte persone domandano online “cosa si può fare con un blog?”: Moltissime cose, ma bisogna avere alle spalle una solida strategia, senza la quale è impensabile andare online e ottenere risultati.

Cosa bisogna sapere prima di aprire un blog? Rispondi a queste quattro semplici domande e, se non hai una risposta, cercala prima di cominciare il tuo progetto: 

  • Quali sono i tuoi obiettivi?
  • Cosa ti spinge a scrivere un blog?
  • Qual è il tuo pubblico di riferimento?
  • Hai trovato la tua nicchia di mercato?

Il blog è uno strumento prezioso se utilizzato nel modo corretto. Voglio quindi mostrarti 11 pro sul perché aprire un blog adesso. 

P.S. ti lascio anche qui un video di approfondimento sull’argomento, magari ti potrà essere utile!

1. Per imparare nuove skills

Aprire un blog spalanca letteralmente le porte alla conoscenza. Spesso si apre un blog perché si ama la scrittura o si ha un interesse specifico: poter condividere questa passione con gli altri è piacevole e appagante. 

Farlo oggi è davvero molto semplice e non bisogna essere web designer o conoscere i linguaggi di programmazione (circa). 

Aprire un blog è semplice, ma come creare un blog di successo è un altro paio di maniche. 

Ti interfacci con il motore di ricerca, quindi con gli algoritmi di Google, e, indubbiamente, devi acquisire una serie di competenze tecniche per rendere fiorente il tuo progetto. 

Competenze di digital marketing, social media, copywriting, affiliate marketing sono di certo utili,  ma ciò che devi assolutamente conoscere è la SEO. Che senso ha scrivere un articolo geniale se nessuno lo legge? 

Se decidi, poi, di diventare un blogger professionista e di scrivere per conto di altri, ti troverai faccia a faccia con gli argomenti più vasti: viaggi, moda, finanza…chi lo sa?

Questo per dire che dovrai documentarti e studiare: in tal modo le tue conoscenze aumenteranno notevolmente.

Fare blogging diventa, così, una bellissima esperienza di crescita personale e professionale.

2. Per stimolare la tua creatività

Un blog è un laboratorio creativo. Ti permette di sperimentare, provare, testare cosa funziona e cosa piace ai tuoi lettori e alle tue lettrici.

Quando scelgo un tema che potrebbe essere interessante trattare, a volte mi ritrovo con mille idee in testa. In quel momento mi fermo, organizzo i miei pensieri, butto giù una scaletta e poi inizio a scrivere senza preoccuparmi della punteggiatura. A mente fresca, rileggo e inizio a dare una forma al mio contenuto. 

A volte capita, però, di avere il cosiddetto “blocco dello scrittore”. In questo caso mi alzo dalla sedia, guardo fuori dalla finestra, vado fuori, mi dedico ad altro…ed è proprio facendo altro che spesso trovo uno spunto, un’idea da cui partire. Spesso le migliori idee arrivano nei momenti più inaspettati.

Il blog è un esercizio di creatività immenso:per emergere nel mondo spietato e competitivo dei motori di ricerca, infatti, è fondamentale differenziarsi

Fatti ispirare dalla vita di tutti i giorni, osserva con occhio critico: anche il momento apparentemente più insignificante può diventare una fonte di ispirazione per i tuoi contenuti.

3. Per migliorare le tue competenze di scrittura

Se deciderai di aprire un blog dovrai essere costante. La costanza premia e porta nel lungo termine ai risultati desiderati.

Non puoi pensare di intraprendere un progetto online e poi pubblicare un mese sì e il mese dopo no.

Google è abitudinario sotto questo aspetto. Se gli proponi un contenuto a settimana si aspetterà quattro contenuti in un mese. Questo renderà il tuo blog autorevole ai suoi occhi e sarà sicuramente un aspetto positivo. 

Allo stesso tempo affinerai anche le tue capacità di scrittura perché scrivere è come andare in palestra. 

La scrittura, così proprio come uno sport, può essere allenata: più scrivi, più diventi abile. Con il tempo le parole fluiranno in modo naturale e capirai quali sono le tecniche di scrittura più efficaci per il tuo pubblico. 

4. Per supportare la tua strategia di personal branding

Rafforzare il proprio personal brand è uno dei principali motivi del perché aprire un blog oggi. 

In questo modo hai la possibilità di costruire la tua presenza online e, contemporaneamente, di attirare persone con i tuoi stessi interessi. Ti aiuta ad emergere tra i tuoi concorrenti, farti apprezzare e conoscere per quello che sei, mostrandoti in modo autentico.

Fare blogging ti dà la possibilità di definire la tua identità personale e ti permette di creare il tuo tone of voice con il quale comunicare.

Hai l’occasione di verticalizzarti su un settore, mostrare le tue competenze e acquisire reputazione. Inoltre, creando contenuti di valore, guadagnerai autorevolezza nel tuo campo, diventando un vero e proprio esperto

5. Per dare forza e continuità alla tua strategia di content marketing 

L’obiettivo del content marketing è quello di creare contenuti pertinenti e di valore per attrarre, coinvolgere e fidelizzare una nicchia ben precisa con il fine di guidare delle azioni (acquisti, condivisioni, iscrizioni…). 

Il blog risulta, quindi, uno strumento utile per dare visibilità ai tuoi contenuti, al tuo brand, e presidiare in modo attivo il mercato.

Attraverso la creazione di contenuti rilevanti e di valore, puoi instaurare un rapporto di fiducia con il tuo pubblico e consolidare le relazione con i tuoi potenziali clienti e utenti.

Una strategia di content marketing migliora la visibilità e la consapevolezza che le persone hanno di te e del tuo marchio generando traffico al sito, engagement e conversioni.

 6. Per guadagnare online

Come si guadagna tramite un blog? Avere un ritorno economico grazie al blog è possibile, ma ci vogliono anni per arrivare a guadagnare bene. 

Ti riassumo tre modi per ottenere delle entrate grazie alla scrittura:

  • Affiliate marketing: il marketing di affiliazione ti permette di promuovere prodotti non tuoi e guadagnare una percentuale sulle vendite generate attraverso i link di affiliazione. Un esempio è Amazon che ha un programma di affiliazione molto famoso. 
  • Pubblicità: mostrando degli annunci pubblicitari sul tuo blog puoi guadagnare soldi ogni volta che un visitatore cliccherà sul contenuto sponsorizzato. Assicurati che gli annunci non siano invadenti e soprattutto che siano in linea e coerenti con la tua filosofia.
  • Vendita di servizi o consulenze: se hai specifiche competenze puoi offrire i tuoi servizi a chi ti legge oppure vendere prodotti digitali come e-book, corsi online e altre risorse scaricabili.Tutti questi prodotti possono diventare delle risorse di valore per chi ti segue e trasformarsi in una rendita passiva nel tempo.

7.  Per lavorare mentre viaggi

mappamondo, lavorare viaggiando

Dare vita a un blog di successo può permetterti nel lungo termine di lavorare da dove vuoi e persino di lavorare viaggiando (questo lo ammetto è sempre stato il mio sogno nel cassetto). Anche per questo nel 2022 ho deciso di riqualificarmi nel mondo del digitale, che oggi offre infinite possibilità per lavorare da remoto.

Lavorare viaggiando ti permette di avere totale flessibilità di orario e luogo: sarai il capo di te stesso e le uniche cose di cui avrai bisogno saranno un computer e una connessione internet.

Viaggiare ti dà l’opportunità di avere accesso a una fonte inestimabile di materiale da utilizzare e rielaborare per scrivere i tuoi contenuti, ti apre le porta a nuove esperienze.

Ovviamente non è tutto oro ciò che luccica. Lavorare viaggiando vuol dire essere freelance: come ogni scelta non esistono solo pro, ma anche contro. 

Valuta se questo stile di vita può fare al tuo caso o se magari preferisci essere indipendente ma lavorare da una postazione fissa.

8. Per acquisire traffico, generare lead e clienti

Quanto è importante avere un blog per attirare traffico sul tuo sito web? Tantissimo. Pubblicando contenuti di valore, migliori la tua visibilità online e conseguentemente il numero di visitatori. Offrendo, poi, delle risorse gratuite o contenuti esclusivi incoraggerai i visitatori a fornirti delle informazioni di contatto e generare lead altamente qualificati.

Allo stesso modo, puoi acquisire clienti senza andarli a cercare personalmente. 

Se pubblicherai in modo costante, le persone che atterreranno sul tuo sito inizieranno a navigare sulle tue pagine (o almeno così si spera). 

Possono farsi un’idea più precisa di chi sei, cosa fai e capire se sei una persona competente. In questo modo avrai maggiore possibilità di ricevere delle richieste per delle consulenze o la notifica dell’acquisto di un corso o di un prodotto.

9. Per accrescere la fiducia in te stesso

Ti ho già parlato di quanto sia importante la costanza nel lavoro di un blogger. Pubblicare contenuti per un mese e poi sparire per due non ha senso. I risultati si raggiungono con determinazione e serietà. Se hai un obiettivo, non mollare, se non vedi miglioramenti dopo pochi mesi, datti tempo.

Se nonostante i tuoi sforzi il blog non decolla, magari hai bisogno di modificare la tua strategia. Ricordati che un progetto online è un processo dinamico. 

Perseverando arriveranno i primi traguardi e questo aumenterà la fiducia in te stesso e la tua autostima.

Se ti sei creato una piccola community, ricevere feedback positivi da parte dei lettori ti aiuta a stimolarti, andare avanti e fare sempre meglio.

10. Per sperimentare, soprattutto se sei alle prime armi 

Aprire un blog è un ottimo modo per “mettere le mani in pasta”. Provare, sbagliare, migliorare, testare ti aiuta a crescere a livello professionale.

Il blog ti dà la possibilità di sperimentare vari tipi di scrittura, varie tecniche di copywriting, di metterti in gioco e di lavorare su un progetto reale. Credimi, questo fa tutta la differenza.

Le skills che si apprendono sul campo sono insostituibili. Potrai comprendere meglio come funziona la SEO, quali parole chiave utilizzare e quale strategia funziona meglio per la tua nicchia.

11. Fare networking e conoscere nuove persone 

mani che si intrecciano, networking

Fare blogging ti permette anche di entrare in contatto con tantissime persone che difficilmente avresti conosciuto in altro modo. Puoi interagire con altri blogger e altri professionisti del settore. Il confronto è un momento prezioso per trarre ispirazione e imparare cose nuove

Puoi instaurare un rapporto vero con il tuo pubblico grazie ai commenti e alle condivisioni social. I tuoi lettori e le tue lettrici, attraverso dei feedback, possono suggerirti degli argomenti da trattare a cui non avevi pensato. Puoi farti anche ispirare dalle loro domande e creare dei contenuti ad hoc, di interesse per chi ti legge.

Un blog è per sempre (o quasi)

Una volta acquistato il dominio ed un servizio di hosting, diventi il proprietario del tuo blog. Tutti i contenuti, le immagini, i pensieri che condividi saranno accessibili a lungo termine. 

La gestione, l’aggiornamento e la sua rilevanza nel corso degli anni dipenderanno dal tuo impegno.

Per le piattaforme social (Facebook, Instagram, Tik Tok, YouTube, LinkedIn..), invece, la storia è differente. Essendo controllate da grandi aziende, il loro futuro rimane sempre un po’ incerto. Chi può sapere cosa accadrà un domani? Il rischio è che il tuo prezioso lavoro e il tuo impegno, potrebbero polverizzarsi senza preavviso, se dovesse accadere qualcosa di inatteso. 

Proprio come quando un anno fa si verificò il mancato accordo tra la SIAE e Meta, con conseguenze disastrose per i creators che si sono ritrovati storie e reel mutati o bloccati.

Ecco perché nel 2024 non è possibile pensare di essere presente solo sui social senza avere un proprio sito web.

Con questo non voglio assolutamente demonizzare i social, che offrono incredibili opportunità. Ad esempio io, Serena, sto scrivendo oggi all’interno di questo blog proprio grazie a Instagram. 

La verità è che la soluzione migliore, come spesso accade, risiede nell’equilibrio. Non tutto nero, non tutto bianco, ma una sfumatura di grigio. Non è possibile contare solo sui social, ma neanche affidarsi esclusivamente al blog. Google stesso parla dell’importanza della strategia multicanale.

L’idea migliore consiste quindi nel scegliere un paio di canali, tenendo sempre a mente chi è il nostro pubblico, ed essere attivi e costanti su di essi. 

Se vuoi approfondire, ti consiglio questo video in cui Sofia fa un confronto tra i social e il blog.

Quindi, perché aprire un blog?

Concludo dicendo che in un mondo online in continua evoluzione, il blog rappresenta una scelta vincente (se integrato con un progetto di multichannel marketing). Aprire un blog conviene e rappresenta ancora oggi un solido strumento per accrescere la tua presenza online

Arrivato a questo punto spero che tu abbia compreso perché aprire un blog è vantaggioso: ora potrai fare la scelta migliore per il tuo progetto. 

Non mi resta che augurarti buon lavoro! 

Serena Guarnieri

Laureata in infermieristica, ho iniziato il mio percorso di riqualificazione nel 2022 diventando SEO Copywriter. Ho fatto del minimalismo il mio life style circondandomi solo di cose belle, nella vita e nel lavoro. Sfido gli algoritmi di Google e gioco con le parole, portando valore e originalità in ogni mio progetto. Conosciamoci!

Post correlati