Google Discover: ecco come sfruttarlo (e come finirci!)

da | Gen 30, 2024 | Blog SEO

Hai iniziato a portare traffico al tuo sito web con il blog e con i link di referral e sei felice. Tuttavia, ti piacerebbe poter portarne di più, non è vero? Beh, sappi che esiste un canale per ottenere un po’ di “traffico extra”: Google Discover. Se non ne hai mai sentito parlare mettiti comodo: in questo articolo ti spiegherò cos’è e come puoi sfruttarlo per portare a casa visite in più, magari da parte di un target interessato (e interessante per te). 

Cos’è Google Discover?

logo google discover

Ebbene sì, Discover esiste dal lontano 2019 e tu, magari, non ne hai mai sentito parlare. Se hai uno smartphone Android, però, sai di sicuro di cosa sto parlando: di quel feed di notizie personalizzato sulla base delle tue ricerche che ti appare sempre in una delle schermate della tua home. Ti è capitato di darci un’occhiata qualche volta? Sai che tantissimi lo consultano giornalmente per tenersi aggiornati sulle ultime novità riguardanti i loro settori di interesse? Come avrai già potuto capire, è un’ottima vetrina per far conoscere il tuo sito e il tuo blog a chi non ti conosceva già da prima. Tuttavia, finire lì non è proprio semplicissimo, ma non è neanche impossibile se seguirai i miei consigli!

Come si finisce su Google Discover?

google discover seo popping

Anch’io lo pensavo: “ci vorranno anni prima di comparire con il mio sito su Google Discover”. Invece, qualche settimana fa, mi sono trovata 11 impressioni in più nel grafico di Search Console, provenienti proprio da lì! Come ho fatto? Beh, ho seguito tutte le indicazioni di zio Google e ho scritto gli articoli come faccio sempre. Quali sono stati, però, i punti di forza? Te li spiego ora, uno per uno. 

Piccolo appunto: questo di seguito è il sito di una cliente. Come puoi vedere, l’11% dei clic al sito negli ultimi 3 mesi sono arrivati proprio da Google Discover.

rendimento sito web google discover

Qualità del contenuto

In primis voglio parlare della qualità del contenuto, cosa che secondo me è stata davvero decisiva. Essendo una SEO specialist e una SEO copywriter, ho sempre dedicato alla scrittura dei miei articoli particolare tempo e attenzione. Non mi sono mai sognata di pubblicare contenuti scarni o fatti in modo frettoloso, solo perché dovevo pubblicare: lo volevo fare a tempo debito, quando avevo qualcosa da dire veramente. In tutti i miei articoli, infatti, ho sempre cercato di inserire informazioni di valore, senza giri di parole, spiegando con semplicità i vari temi trattati. Agli utenti questo piace, di conseguenza piace anche a Google.

A proposito di piacere…

Un altro fattore è stato sicuramente il tema scelto che, probabilmente, era stato parecchio “googlato” dagli utenti. Il mio articolo, essendo completo e aggiornato sul tema, è stato ritenuto “degno” da zio Google, che ha deciso di mostrarmi nella sua sezione esplora. È come si mi avesse premiata per l’impegno e la dedizione! Scegli, quindi, argomenti di interesse e poni sempre la tua attenzione sui trend del momento: potrebbero davvero farti portare a casa molte visite in più!

Essere amici della signora Costanza

È da quasi due mesi che pubblico con costanza gli articoli nel mio blog, ogni martedì all’ora di pranzo. Questo per Google è davvero oro: sa che può passare a trovarmi ogni settimana e trovare un contenuto fresco da dare “in pasto” ai suoi crawler. Inoltre, si sa che le persone costanti sono sempre meno a questo mondo perché siamo nell’era del “tutto e subito” quindi ha deciso di darmi un po’ di soddisfazione, mostrando il mio contenuto ad altri. 

E le regole di Google News?

Forse cercando informazioni su Google Discover ti sarà capitato di aver letto che uno dei requisiti da soddisfare è il rispetto delle regole di Google News. Questa cosa è certamente vera… ma non del tutto. Una di queste regole, infatti, prevede che le immagini caricate abbiano una dimensione superiore ai 1200×800 px, cosa che le mie non sono perché la dimensione maggiore è sempre inferiore ai 1000 px. Questo è il motivo per cui non ho voluto parlare particolarmente delle regole di Google News: non si possono prendere alla lettera. Ho preferito, invece, parlarti di quegli aspetti che, invece, secondo me hanno funzionato e mi hanno portata a raggiungere questo risultato in pochissimo tempo (a distanza di tre mesi dalla pubblicazione del mio sito). 

Quanto ti può fruttare Google Discover?

strategia seo sito web

Contrariamente a quanto si possa pensare, Google Discover è davvero un’ottima vetrina per i siti web. Quando si inizia ad apparire con regolarità, infatti, può portare davvero traffico “caldo” al nostro sito, quindi persone interessate a ciò che abbiamo da dire. Il mio consiglio, quindi, è quello di continuare a “sfornare” contenuti di qualità con costanza perché prima o poi Google ti premierà, parola di una che ce l’ha fatta! 

Vuoi rimanere aggiornato su tutte le novità SEO e vuoi formarti su questo argomento?

Ti consiglio, allora, di iscriverti alla mia newsletter dal form qui sotto. Ci risentiamo presto!

Sofia Zandarin

SEO specialist e SEO copywriter dal tenebroso 2020. Porto empatia, sensibilità ed emozioni nei freddi algoritmi dei motori di ricerca. Prima conosciuta come "La Copy Esaurita", ora ho "messo la testa apposto" e ho dato vita al progetto SEO Popping che ogni giorno mi regala gioie e tanta soddisfazione.

Post correlati