Come fare link building: ecco 3 cose fondamentali che devi sapere

da | Mar 26, 2024 | Sito SEO

Quando si parla di SEO c’è un argomento che spunta “come i funghi”: la link building. Tutti la millantano, come se fosse l’unica tecnica e strategia in grado di far schizzare il proprio sito web in alto ma voglio dirti una cosa: non è così. Inoltre, molto spesso viene legata a pratiche poco consone come l’acquisto di link falsi. In questo articolo voglio aiutarti a capire come fare link building correttamente, senza l’uso di bot, puntando solo sull’organico. Vedrai: se fatta come si deve riuscirà a portare al tuo sito maggiore autorità, nonché anche un posizionamento migliore.

Che cos’è la link building?

strumenti seo efficaci

Prima di passare al come fare link building, voglio fare alcune precisazioni su che cos’è la link building e perché è importante per il tuo sito web. Come dice la parola stessa, si tratta della costruzione di link, di collegamenti fra più pagine web. Mi piace spesso associarla alle relazioni fra persone perché, come ben sappiamo dalla nostra esperienza di vita, non tutte sono facili da costruire, altre non durano molto nel tempo, altre ancora hanno bisogno di molte energie per essere coltivate nel tempo. Per spiegarla meglio, però, ho bisogno di farti passare il concetto di backlink.

Cos’è un backlink? E cos’è l’autorità di dominio?

Se ti è capitato di analizzare qualche sito web dal punto di vista SEO, avrai notato una metrica legata al dominio: il numero di backlink. Il backlink viene conteggiato sul nostro sito nel momento in cui un altro sito web ci cita in qualche pagina web. Avere tanti backlink può aumentare l’autorità di dominio, ovvero la “forza” del nostro sito, ma non in tutti i casi. Se, infatti, li acquistiamo (cosa possibile da fare ma che sconsiglio altamente), vedremo il numero di backlink aumentare ma, se i siti da cui provengono sono considerati spam, l’autorità non aumenterà, anzi potrebbe addirittura abbassarsi. Questo perché il motore di ricerca ha compreso il tuo “gioco sporco” e ha voluto (giustamente) punirti. Attenzione quindi: Google (come tutti gli altri motori di ricerca) sa addescare i “furbetti” a stretto giro!

Passiamo ora alla link building vera e propria, con tutti i consigli che ho da darti a riguardo!

3 aspetti che devi considerare per fare una buona link building

seo specialist italia

Volevi sapere come fare link building, giusto? Eccoti accontentato! Qui di seguito voglio condividere con te 3 aspetti che non puoi non prendere in considerazione prima di metterti al lavoro. Questi arrivano tutti dalla mia esperienza come SEO copywriter e SEO specialist, quindi sono gli stessi che applico ogni giorno nel mio lavoro: sono testati sul campo.

Ragiona prima di agire

Come abbiamo detto, la “qualità” dei link che puntano sul tuo sito e di quelli che escono deve essere buona. Ma che cosa intendiamo per “buona”? Sostanzialmente che il dominio di appartenenza non sia etichettato come spam. Non importa che per ora il dominio che punta sul nostro sito abbia un’autorità bassa: lavorando bene, infatti, riuscirà ad acquisirne. La cosa che importa è che non sia “spam” ovvero uno di quei siti che esistono solo per linkare gli altri e aumentare il numero di backlink. Inoltre, ti consiglio sempre di considerare i link che inserisci nel tuo sito: sei proprio certo di voler portare i tuoi utenti in quell’altra pagina, interna o esterna al sito che sia? Il link deve essere qualcosa di utile a noi, altrimenti avremo portato fuori traffico inutilmente. 

Linka con moderazione

Come abbiamo appena detto, dobbiamo sempre ragionare prima di inserire link all’interno delle pagine del nostro sito web. Le pagine di destinazione, infatti, devono essere qualcosa di importante per noi e per il pubblico, altrimenti avremo spostato il traffico inutilmente, oltre che aver abbassato il tempo di permanenza nel nostro sito. Quest’ultimo,infatti, è un fattore di ranking, quindi di posizionamento del sito: più è alto, più sarà facile ricoprire buone posizioni e viceversa. Bene mettere i link e creare relazioni, ma solo con le pagine giuste, così come nella vita: circondiamoci di persone che danno valore alla nostra quotidianità.

Stessa scheda o schede differenti?

Eccoci arrivati a quell’aspetto della link building che pochi considerano: la modalità di apertura dei link. Questa, infatti, a mio avviso è davvero importantissima in relazione agli obiettivi che vogliamo raggiungere con la nostra strategia. Consiglio sempre di aprire nella stessa scheda i link “forti” ovvero quelli che ci portano un effettivo guadagno: l’acquisto di qualcosa, la visita di una pagina relativa ai nostri servizi, l’iscrizione alla newsletter… Questo perché in questo modo l’utente tornerà indietro un po’ più difficilmente. Inoltre, consiglio questa modalità per i link posti verso la fine della pagina (soprattutto nel caso di articoli) per far esaurire tutto il tempo spendibile, proprio per mantenere alto il valore della permanenza. Tutti gli altri link (rimando ad altri articoli, rimando ad altri siti su cui non abbiamo guadagno…) dovrebbero essere aperti in schede diverse, per mantenere “salvo” il tempo di permanenza nella pagina. 

L’importanza della link building

diventare copywriter freelance o d'agenzia?

Come avrai già potuto capire, la link building è importante per aumentare l’autorità del dominio, valore che influisce molto sul posizionamento del sito. Più è alta, infatti, più potremmo competere per parole chiave molto cercate e, di conseguenza, potremmo portare a casa maggiori visite e maggiori risultati. L’autorità di dominio è un valore numerico quantificabile che puoi trovare analizzando il dominio stesso con un tool SEO come SEOzoom, Ubersuggest e Semrush. 

Ti è stato utile questo articolo? Allora iscriviti alla mia newsletter dal form qui sotto per ricevere tanti altri contenuti interessanti con frequenza quindicinale!

Sofia Zandarin

SEO specialist e SEO copywriter dal tenebroso 2020. Porto empatia, sensibilità ed emozioni nei freddi algoritmi dei motori di ricerca. Prima conosciuta come "La Copy Esaurita", ora ho "messo la testa apposto" e ho dato vita al progetto SEO Popping che ogni giorno mi regala gioie e tanta soddisfazione.

Post correlati